Pericolosità sismica e rischio sismico: due grandezze diverse

Il rischio sismico: una formula per calcolarlo

Il rischio sismico è una misura dei danni attesi in un dato intervallo di tempo a seguito di un terremoto in una data area. Per determinarlo occorre conoscere, sempre per la stessa area, i valori della pericolosità sismica, della vulnerabilità sismica e della esposizione sismica.

La pericolosità sismica dipende dalla energia dei terremoti

La pericolosità sismica dipende dalla frequenza e dalla energia che sono in grado di liberare i terremoti di un dato territorio. In Italia, sono caratterizzate da elevata pericolosità sismica le aree appenniniche e preappenniniche. Nel mondo, le massime pericolosità sismiche si hanno nella fascia circumpacifica (Giappone, Indonesia, fascia andina, Messico, costa occidentale degli Stati Uniti)

La vulnerabilità sismica dipende dalla bontà delle costruzioni

La vulnerabilità sismica dipende dalle modalità costruttive degli edifici: i nostri centri storici presentano i più elevati livelli di vulnerabilità a livello mondiale. Sono ovviamente molto vulnerabili anche tutte le costruzioni realizzate senza tenere conto delle tecniche della ingegneria antisismica. Di contro, in Giappone la vulnerabilità è decisamente minore

L’esposizione sismica dipende dalla antropizzazione e dalla ricchezza culturale di un territorio

L’esposizione sismica dipende da quanto un territorio è abitato e da quanto siano diffusi beni culturali ed architettonici: pertanto, le aree densamente popolate, le città d’arte ed i centri storici medievali sono caratterizzati da una elevata esposizione sismica. Da ciò consegue che il territorio italiano oltre ad avere una elevata vulnerabilità ha anche una elevata esposizione sismica.

In Italia abbiamo i più alti livelli di rischio sismico

Per quanto sopra riportato emerge che in Italia abbiamo i massimi livelli di rischio sismico: nonostante la pericolosità sismica sia minore di quella di altre zone, i livelli elevati di vulnerabilità sismica e di esposizione sismica fanno sì che combinando i 3 termini della formula si ottenga un valore di rischio sismico decisamente alto.