Cartellino è adagiata sul fianco di un'altura, verde di lecci, esposta a settentrione. C’è qui una stretta viuzza, il Corso, che all’improvviso si allarga e forma una Piazzetta; nella Piazzetta c’è una fontana e di fronte alla fontana c’è il Presidio dei Carabinieri. Dai fianchi della chiesetta, da cui sono separate da poche e basse case, dipartono le altre due strade principali del paese, via Dei Tramonti a sud e via Pei Colli a nord: entrambe salgono senza difficoltà fino ai primi avamposti arborei del bosco di Cartellino. Lungo via Dei Tramonti, a mezza costa, si incontra il Sentiero delle Fate che, scendendo attraverso i prati, porta al terzo ed ultimo accesso carrabile al bosco di Cartellino. Nelle case, finemente curate e sempre adorne di fiori, tutte adagiate sulla verde collina e disposte ordinatamente attorno al Corso ed alla Piazzetta, vivono circa duemila cartellinesi; altrettanti poi popolano la campagna circostante. Molti hanno una doppia occupazione: quella ufficiale retribuita e quella che li porta nei loro poderi ora a vendemmiare, ora a raccogliere le olive, ora a curare un piccolo orto, ora ad arare e poi a seminare. E’ un bel via vai che scandisce le stagioni di questo scorcio ciociaro