Riconversione green per un sito dismesso a Patrica in provincia di Frosinone

Un impianto che a Patrica, in provincia di Frosinone, produceva PET (il costituente delle bottiglie dell’acqua minerale) è stato riconvertito ad impianto “green” dalla nuova proprietà, la Novamont, specializzata in bioplastiche, plastiche di origine vegetale, ed è stato inaugurato il 19 ottobre 2018.

Ora produrrà “Origo Bi”, una sostanza altamente rinnovabile che sarà utilizzata per realizzare bioplastiche biodegradabili e compostabili (conferibili cioè in un impianto di trattamento della frazione organica dei rifiuti per la produzione di concime): quindi plastiche rinnovabili ottenute da materie vegetali.

Inoltre, grazie ad un innovativo processo di depurazione delle acque reflue del processo industriale, verrà prodotta anche un’altra sostanza (il tetraidrofurano) che per la prima volta al mondo verrà ottenuto da fonti rinnovabili. Il tetraidrofurano è usato nell’industria farmaceutica.

La riconversione dell’impianto di Patrica consentirà anche un notevole risparmio di emissioni di anidride carbonica (gas che modifica il clima) conseguendo così un ulteriore obiettivo nell’ottica della “green economy”.

Per approfondire