Riscaldamento globale: se la temperatura si impenna...

Introduzione

Il clima e la meteorologia sono argomenti che mi hanno sempre affascinato e con l’avvento di Internet si sono rese disponibili enormi quantità di dati. In particolare, sul sito del Goddard Institute for Space Studies della NASA è possibile visionare le temperature registrate, dal 1880, in migliaia di stazioni di rilevamento diffuse in tutto il pianeta. Le ho scaricate quasi tutte, le ho analizzate e ne ho scelte 87 utilizzando questi criteri:

Quindi ho iniziato a studiare le serie, ho fatto qualche calcolo, alcune interpolazioni ed ho ottenuto risultati ben noti, ma comunque impressionanti.

Le temperature massime e minime mai registrate

Abbiamo quindi un elenco di temperature medie annuali di 87 stazioni, dal 1881 al 2017: in quale anno si riscontra più frequentemente il valore massimo? In più di un caso su quattro il record termico è stato registrato nel 2016, molti casi anche nel 2014, pochi nel 2017. Quello che colpisce del grafico 1 è che le barre rosse le riscontriamo praticamente quasi tutte dopo il 2007! Certo, ci sono casi anche negli anni ’30: ma come direbbero gli scienziati, il dato è statisticamente irrilevante.

Viceversa, le temperature più basse sono tutte concentrate nella prima parte della serie temporale e, dopo il 1985, non è stato registrato più alcun caso (grafico 2). E questa, sì, è un’evidenza importante

Grafico 1

Grafico 2

Variazione delle temperatura

Per calcolare la variazione di temperatura ho usato il metodo della cosiddetta media mobile trentennale: ho calcolato una semplice media aritmetica di 30 anni in 30 anni ed ho verificato la sua variazione. In pratica, ho calcolato la prima media dal 1880 al 1909, la seconda dal 1881 al 1910, la terza dal 1882 al 1911 e così via fino ad arrivare all’ultima media trentennale che è quella dal 1988 al 2017. In 9 stazioni su 10 questa media è aumentata ed in nessun caso è diminuita (grafico 3). Inoltre, in quasi 7 casi su 10 questo aumento è da considerarsi importante e la media di tutte le stazioni indica un aumento di 1,2 gradi centigradi! E’ veramente un aumento impressionante.

Grafico 3

Ed il 2017?

Ho confrontato l’ultimo anno disponibile con il valore medio, stazione per stazione: in una stazione su cinque le differenze sono elevatissime, la temperatura del 2017, cioè, è grandemente superiore alla media della stazione. In un'altra stazione ogni due, inoltre, la differenza è importante. Insomma, anche se la maggior parte dei record sono stati registrati nel 2016, la temperatura del 2017 si è mantenuta altissima rispetto alle medie (grafico 4).

Grafico 4

Ora mi fermo qui, il resto dei calcoli è più complesso ed articolato. Chi volesse approfondire, può comunque visionare l'articolo cliccando sul link sotto riportato oppure scrivermi a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.