Il magnesio nelle acque minerali italiane: impara a classificare l’acqua che bevi

Cosa è il magnesio disciolto nelle acque minerali

Il magnesio, simbolo chimico Mg, è normalmente molto meno frequente del calcio. Deriva infatti dalla dissoluzione di carbonati e cloruri di magnesio che sono molto meno abbondanti dei carbonati di calcio nelle rocce italiane. Allorquando l’acquifero è interessato dalla presenza di solfati magnesiaci, abbondanti ad esempio nelle rocce gessifere, allora il tenore in questo catione diventa importante. Se il contenuto in magnesio è superiore a quello in calcio, probabilmente si è in presenza di un serbatoio di natura dolomitica (la dolomite è un carbonato doppio di calcio e magnesio).

Come il calcio, nelle acque si presenta sotto forma di catione (particella con carica positiva) con due cariche positive ed è misurato in mg/l (milligrammi per ogni litro di acqua).

Il magnesio nelle acque minerali italiane

Anche il contenuto in magnesio è riportato nella totalità delle etichette delle acque italiane ed i valori sono compresi tra 0,50 mg/l e 320,20 mg/l con una media di 23,20 mg/l. Vengono riportati due grafici: la suddivisione delle acque in funzione del contenuto in magnesio secondo quanto stabilito nel D.Lgs. 176/2011 (che definisce le acque come magnesiache se questo ione supera i 50 mg/l) ed una panoramica del tenore in magnesio in tutte le acque della banca dati con indicazione della media aritmetica.

Classificazione del acque ex D.Lgs. 176/2011 in funzione del tenore in magnesio

Le acque minerali: classificazione in funzione del contenuto in magnesio

Tenore in magnesio in tutte le acque studiate (linea blu = media)

Le acque minerali: contenuto in magnesio delle acque minerali italiane

Verifica se l’etichetta dell’acqua che bevi riporta il tenore in magnesio e posizionala nell’ultimo grafico aiutandoti con la scala riportata sull’asse verticale: potrai così appurare se è al di sopra o al di sotto della media e di quanto si discosta dalla stessa.

Inoltre potrai stabilire se è classificabile come magnesiaca se il valore supera i 50 mg/l.

Chiedi oppure un aiuto all’indirizzo This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.