Archeozoico

Limiti temporali e suddivisioni

Il limite inferiore dell’Archeozoico coincide con l’ origine della Terra, avvenuta circa 4600 milioni di anni fa, mentre il limite superiore coincide con l’inizio del Paleozoico (570 milioni di anni fa).

Si divide in due periodi:

- ALGONKIANO (più recente)

- ARCHEANO (più antico)

L’ Archeano a sua volta si divide in:

- HURONIANO (più recente)

- ONTARIANO (più antico)

 

Avvenimenti salienti

Gli avvenimenti principali dell’era Archeozoica sono:

-       Prime orogenesi: formazioni di catene montuose

-       Intensa attività magmatica

-       Primi organismi viventi marini

-       Probabili glaciazioni

 

Dove affiorano le rocce archeozoiche

Le rocce archeozoiche affiorano largamente nelle zone centrali dei continenti più antichi e sono essenzialmente graniti (rocce magmatiche intrusive) e gneiss (rocce metamorfiche). Secondo alcuni studiosi il basamento antico delle Alpi è ascrivibile all’Archeozoico.

 

Atmosfera

L’ atmosfera era formata in prevalenza da metano (CH4), ammoniaca (NH3) e idrogeno (H2); successivamente il metano avrebbe formato idrocarburi, l’ammoniaca si sarebbe decomposta per azione dei raggi ultravioletti del Sole e l’idrogeno sarebbe sfuggito dall’atmosfera a causa della estrema leggerezza. Contemporaneamente sarebbe aumentato il vapore acqueo (emesso dai vulcani) che condensando avrebbe formato i primi bacini; anche l’ossigeno sarebbe stato in graduale aumento, derivato dalla fotodecomposizione (decomposizione ad opera dei raggi solari ultravioletti) delle molecole d’ acqua.

 

Organismi viventi e fossili

Nelle rocce dell’Archeozoico superiore (quello più recente) vi sono resti fossili di:

-       Alghe

-       Radiolari (protozoi con scheletro siliceo)

- Spugne

- Celenterati (le meduse sono celenterati)

- Molluschi (molto diffusi ancora oggi, cozze, lumache ecc.)

- Brachiopodi (oggi poco diffusi)

- Vermi

-  Artropodi (i crostacei sono artropodi)

 

Le conoscenze sulle forme viventi dell’Archeozoico inferiore (quello più antico) possono essere così sintetizzate:

- da 1 a 2 miliardi di anni fa si sviluppano varie forme di vita con scheletri e gusci, solfobatteri (batteri che vivono in ambienti ricchi di zolfo), vegetali marini stromatoliti (primi organismi a compiere la fotosintesi);

- da 2 a 2,8 miliardi di anni fa: sviluppo di batteri con membrana incrostata, alghe calcaree;

- oltre 2,8 miliardi di anni fa: sviluppo di virus, cellule semplicissime, metanobatteri (batteri che vivono in ambienti ricchi di metano).