La sorgente sismogenetica Aremogna – Cinque Miglia

Descrizione della faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

La struttura sismogenetica “Aremogna – Cinque Miglia” è una sorgente sismica individuale ed è catalogata dall’INGV con la sigla ITIS003. Uno schema indicante approssimativamente la sua traccia è riportato in figura 1

Figura 1

Traccia della struttura sismogenetica “Aremogna – Cinque Miglia”

Traccia della faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

La struttura ha una lunghezza di 20 km, una larghezza di 12.2 km, una profondità compresa tra 3.0 e 12.3 km ed una inclinazione rispetto al piano orizzontale di 50°, essendo una faglia di tipo diretto.

Il movimento è compreso tra 0.1 e 0.6 mm/anno ed in occasione dell’ultimo evento sismico lo slittamento ha superato i 60 centimetri.

Aspetti geologici della faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

Le caratteristiche giaciturali fanno ipotizzare che trattasi di una faglia diretta; non è del tutto esclusa una componente laterale del movimento per alcuni indizi riscontrati nell’area di Aremogna.

Aspetti sismici della faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

Le date dell’ultimo e del penultimo terremoto sono piuttosto incerte e su queste vi è una grande discordanza tra i vari autori. L’ultimo terremoto dovrebbe essersi verificato nell’intervallo temporale compreso tra il 1030 A.C. e l’800 D.C. ed il penultimo nel lasso di tempo tra il 3730 A.C. ed il 2940 A.C.

La massima magnitudo generabile è stimata in 6.4

Il tempo di ritorno è stimato da 2140 e 6600 anni

Questioni aperte relativamente alla faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

Non è stato ancora chiarito se i due settori, Aremogna e Cinque Miglia, siano parti di un’unica struttura o se abbiano comportamento indipendente. Riguardo alla data dell’ultimo terremoto, come detto sopra non vi è accordo tra gli autori: un’ulteriore ipotesi è che uno dei terremoti storici della zona possa essere stato generato da questa struttura. In particolare, il 7 maggio del 1984 si è verificato un terremoto in Valcomino, in un settore non distante da quello occupato dalla struttura sismogenetica Aremogna – Cinque Miglia

Ulteriori informazioni sulla faglia attiva Aremogna - Cinque Miglia

Gli studi su questa faglia sono attribuibili principalmente a D'Addezio et al. (2001). Questi autori hanno stimato, tra le altre cose, il tempo di ritorno indicato poco sopra. Vi è poca chiarezza in merito a due terremoti storici occorsi nell’801 e nel 1349: se nessuno di questi eventi è stato provocato da questa faglia ed il tempo di ritorno reale corrisponde al valore inferiore dell’intervallo stimato, allora questa sorgente potrebbe generare un grande terremoto nel prossimo futuro.

Sismicità attuale nell'areale Armogna - Cinque Miglia

Il monitoraggio della microsismicità attuale sarà illustrato nell’articolo linkato