I terremoti in Italia centrale nel luglio 2020

Settore monitorato

Il settore monitorato è visionabile a questo link

I terremoti considerati sono esclusivamente quelli ascrivibili alle sorgenti sismogenetiche riportate nel documento consultabile al link indicato, accertate o presunte

Numero di terremoti registrati

Nel luglio 2020 nel settore monitorato sono stati registrati 10 terremoti, sesto mese consecutivo con valore sotto la media del periodo (25 terremoti/mese).

Il maggior numero di terremoti è stato generato dalle sorgenti sismogenetiche Bacino di Montereale e Preappennino con 4 terremoti ciascuna (40%).

28 strutture sismogenetiche (88%), sulle 32 totali monitorate non hanno generato terremoti, valore superiore alla media che è pari a 26 sorgenti inattive al mese. Quindi si è registrata una minore diffusione delle attività sismiche rispetto alla media per il quarto mese consecutivo.

La struttura sismogenetica presunta Prenestini ha generato il primo terremoto dopo 18 mesi di inattività.

Sono inoltre inattive dal gennaio 2019 le seguenti strutture: Fiumata, Lanciano, Roccamonfina, Sabina, Simbruini, Ripabottoni, Tocco da Casauria, Velletri.

Figura 1 – Numero terremoti mensili

Terremoti mensili Italia centrale luglio 2020

Magnitudo media mensile

La magnitudo media mensile è risultata pari a 1,33 valore sostanzialmente in linea con la media (1,36) e in leggero aumento rispetto a giugno.

La media mensile maggiore è stata registrata nella struttura sismogenetica presunta Valle roveto (2,60) e quella minore nella struttura sismogenetica presunta Preappennino (0,80).

Figura 2 – Magnitudo media mensile

Magnitudo media mensile terremoti Italia centrale luglio 2020

Magnitudo massima mensile

La media delle magnitudo massime mensili è risultata pari a 2,00 valore sensibilmente superiore alla media (1,61) dopo 7 mesi sotto media o in media. La magnitudo maggiore, pari a 2,60, è stata registrata nella struttura Valle roveto.

Figura 3 – Magnitudo massima media mensile

Magnitudo massima mensile terremoti Italia centrale luglio 2020

Magnitudo minima mensile

La media delle magnitudo minime mensili è stata pari a 1,45 valore sensibilmente superiore alla media per il terzo mese consecutivo (1,22) ed in aumento per il quinto mese consecutivo. La magnitudo minima, pari a 0,40 è stata registrata nelle struttura Preappennino laziale – abruzzese.

Figura 4 – Magnitudo minima media mensile

Magnitudo minima mensile terremoti Italia centrale luglio 2020

 

(fonte: Centro nazionale terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Database of individual seismogenic sources dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia)