I terremoti nell’ultimo anno sulla Maiella (2), da Caramanico Terme a Bussi sul Tirino

Terremoti distruttivi sulla Maiella, da Caramanico Terme a Bussi sul Tirino ()

Analizziamo l’attività sismica nell’area della Maiella, in Abruzzo, dal 1° gennaio 2006, tra i comuni di Caramanico Terme e Bussi sul Tirino. La fonte dei dati è l’Istituto nazionale di geofisica. L’area monitorata è quella che in passato è stata interessata dai seguenti terremoti master:

Lettomanoppello, 101: magnitudo 6,3

Maiella, 1209: magnitudo 6,0

Maiella, 1456: magnitudo 6,3

Figura 1 – Epicentri terremoti master (in rosso) e terremoti minori (in blu)

Epicentri terremoti master Maiella (2)

Attività sismica ultimo anno

Nelle figure 2, 3, 4 e 5 sono riportati, rispettivamente, i grafici delle medie cumulate dei terremoti mensili, della magnitudo media mensile, della magnitudo massima mensile e della magnitudo minima mensile. In corrispondenza di ogni mese, viene riportato il valore medio del periodo compreso tra l’inizio della rilevazione (agosto 2019) ed il mese in questione.

L’attività sismica mostra una tendenza all’aumento sia in termini di numero di eventi che di magnitudo media che massima, mentre risulta leggermente in diminuzione la magnitudo minima

Figura 2 – Terremoti mensili

Terremoti Maiella (2) da agosto 2019 ad agosto 2020

Figura 3 – Magnitudo media mensile

Media mensile terremoti Maiella (2) da agosto 2019 ad agosto 2020

Figura 4 – Magnitudo massima mensile

Magnitudo massima mensile terremoti Maiella (2) da agosto 2019 ad agosto 2020

Figura 5 – Magnitudo minima mensile

Magnitudo minima mensile terremoti Maiella (2) da agosto 2019 ad agosto 2020

 

(fonte: Centro nazionale terremoti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia; Database of individual seismogenic sources dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia)