CLIMATOLOGIA

Il mese di dicembre 2021 ha fatto registrare temperature leggermente superiori ai valori medi in ragione soprattutto della diffusa e persistente copertura nuvolosa che ha mantenuto le minime su valori prettamente autunnali per gran parte del periodo. Le precipitazioni, come in novembre, sono risultate superiori ai valori normali; al contrario, l’intensità delle precipitazioni è risultata inferiore ai valori medi. In altri termini, le piogge sono state meno violente rispetto a quanto normalmente registrato in dicembre.

Da un punto di vista astronomico è il primo dei due mesi completamente invernali, mentre da un punto di vista meteorologico è il secondo dei tre mesi della stagione fredda.

L’autunno del 2021 ha fatto registrare temperature medie e minime leggermente superiori ai valori normali, mentre le massime sono risultate in linea con le medie. Questo in ragione della persistente copertura nuvolosa associata a precipitazioni quantitativamente superiori ai valori medi stagionali, mentre l’intensità delle piogge è risultata inferiore ai valori normali. In altri termini, le piogge sono state meno violente rispetto a quanto normalmente registrato in autunno.

In questo articolo, utilizzando i soli metodi forniti dalla statistica meteorologica, proviamo a stimare le probabilità di avere uno o più eventi nevosi nelle pianure dell’Italia centrale (versante tirrenico) nel prossimo mese di febbraio

Pur se inferiore alla estensione media, la superficie coperta dai ghiacci nei mari artici nel dicembre del 2021 non è nel “terzo” delle estensioni minori. Inoltre, l’estensione del dicembre 2021 è decisamente superiore a quella registrata nel periodo 2016-2020